Come fare un trasloco perfetto?

Come fare un trasloco perfetto?

Traslocare è emozionante. Cambiare casa, città, abitudini ed impacchettare tutta una vita è eccitante ma anche stressante. Devi selezionare, impacchettare e trasportare tutto nella nuova casa e se non lo fai con metodologia non riesci a capire da dove cominciare e ti riduci all’ultimo momento. In quest’articolo vedremo come fare un trasloco perfetto, che non sia fonte di stress ma che sia un’occasione per creare positività e gioia per il grande cambiamento che stai affrontando.

La nuova casa

Tieni conto delle caratteristiche della nuova casa. Ad esempio se è presente un ascensore e quanto è grande in modo da capire se è possibile caricarci gli scatoloni; se, invece, per accedere c’è una rampa di scale devi controllare se ci passa tutto, mobili compresi. Insomma, in base allo studio delle caratteristiche della nuova abitazione puoi pianificare meglio l’intero trasloco. Se ci sono le scale e devi portare tutto a mano è consigliabile che prepari scatoloni leggeri in modo da non stancarti troppo durante il trasporto, se è presente l’ascensore o la nuova casa è al primo piano questa accortezza non è necessaria.

Il furgone a noleggio

Assumere una ditta di traslochi è molto costoso e non tutti possono permetterselo, inoltre l’attenzione che ci metteresti tu nel trasportare oggetti per te importanti non è la stessa degli operai che effettuano il trasloco. Dunque dovresti avvalerti di veri professionisti che ti garantirebbero anche un risarcimento in caso di danni accidentali e le ditte che danno queste garanzie sono molto costose. In questi casi noleggiare un furgone è un’ottima soluzione perché ti permette di effettuare il trasporto negli orari e nei giorni più comodi per te. A tal proposito ti consiglio il servizio di noleggio furgoni su mgacarrellielevatori.com.

Le Pulizie

Durante un trasloco è possibile disfarti di tante cose inutili che ti porti dietro da anni e non sai nemmeno il perché. Traslocare è un’opportunità per comprendere quanto molti oggetti, che in un momento della tua vita ti sembravano importanti e indispensabili, in realtà non siano così rilevanti per il tuo benessere. Se ti vuoi liberare di molte cose sarebbe bello e gratificante che tu le regalassi a chi ne ha bisogno; se alcuni mobili non ci stanno nella nuova casa puoi venderli e recuperare qualche euro; potresti donare dei vecchi vestiti ad un ente benefico. Invece, se vuoi tenerti tutto devi assicurarti che la nuova casa sia abbastanza grande, in caso contrario affitta un garage o una cantina per riporci gli oggetti che usi di meno.

Gli scatoloni

Procurati degli scatoloni. Puoi trovarli al supermercato e chiedere a qualche dipendente di tenertene qualcuno da parte spiegando che stai traslocando, in questo modo ti daranno scatole resistenti e non rovinate; in alternativa se hai un amico che lavora in un negozio all’ingrosso chiedi a lui. Ti consiglio di prenderne molti, alcuni non dovrai assemblarli ma usarli per proteggere, ad esempio, le ante dell’armadio o i mobili più delicati; puoi metterli aperti sul pavimento per non graffiarlo durante il trasloco mentre trascini la mobilia pesante. Per farla breve, procurati molte scatole, meglio averne in più che in meno.

Impacchettare

Il momento si sta avvicinando, sei emozionato e terrorizzato allo stesso tempo perché ti guardi intorno e vedi tante, troppe cose da fare, lavori e non hai tempo. Bene, in questo caso sei esattamente nella classica situazione in cui ci troviamo tutti. Non disperarti, prendi carta e penna e pianifica quali cose fare per prima. Vestiti: comincia impacchettando i vestiti, escludendo quelli che ti servono fino al giorno del trasloco. Scarpe: impacchetta le scarpe, in particolar modo quelle fuori stagione. Libri e documenti: sta attento a non fare pacchi troppo pesanti altrimenti potrebbero rompersi e potresti farti male. Piccoli oggetti: se possiedi soprammobili, bomboniere e oggetti simili assicurati che non si rompano imballandoli con della carta di giornale o con il pluriball. Piatti e stoviglie: inscatola tutto, lasciando poche cose che ti servono fino al trasloco. Detersivi: impacchettali ma lascia la scatola aperta così se ti serve qualcosa puoi prenderla. Bagno: stesso principio usato per i detersivi. Ricorda di scrivere su ogni scatola il suo contenuto. Non pensare di riuscirti a ricordare dove hai messo tutto, anche se tu avessi una memoria di ferro non riusciresti lo stesso a tenere a mente dove hai messo ogni singolo oggetto e se ti serve urgentemente qualcosa dovresti intraprendere una bella caccia al tesoro. Sii meticoloso in questa fase, vedrai che ti sarà utile.

Smonta i mobili

Ora devi smontare i mobili, armati di cacciavite e dacci dentro. Fa una foto ai mobili prima di smontarli, per avere un ricordo visivo di come rimontarli correttamente e se hanno molti pezzi scrivi su ognuno di essi l’ordine esatto in cui devi rimetterli insieme.

Arrivato nella nuova casa

Comincia con il rimontare i mobili e non pensare ancora ai pacchi, li svuoterai piano piano e, per non averli sempre tra i piedi, impilali o appoggiali su qualche mobile. Ambientati per qualche giorno così capirai dove sistemare le tue cose per avere una maggiore praticità e comodità. Cerchi ancora più informazioni? Se vuoi puoi leggere questa guida su traslochi24.it.

amministratore