Come funzionano i caminetti ad acqua?

Come funzionano i caminetti ad acqua?

I caminetti elettrici ad acqua consentono di riscaldare l’ambiente domestico mediante un sistema intelligente, facile da usare e pratico. Offrono eccellenti prestazioni e contribuiscono a mantenere l’ambiente domestico pulito, privo di odori, polveri e gas tossici. Questa tipologia di caminetti di ultima generazione costituiscono la migliore scelta per chi desidera riscaldare gli ambienti domestici rapidamente risparmiando sui consumi e avendo a disposizione l’impatto estetico di un caminetto tradizionale, con fiamma a vista.

I vantaggi che si ottengono installando i caminetti ad acqua sono numerosi. Non c’è la necessità di acquistare legna per farli funzionare ma necessitano di una presa di corrente per l’alimentazione. Questi modelli dispongono di un display e di un efficiente simulatore che simula la combustione della legna. I modelli disponibili attualmente sul mercato sono numerosi e possono essere scelti in base alle loro caratteristiche estetiche per meglio inserirli nel proprio contesto abitativo.

I caminetti ad acqua occupano poco spazio rispetto a quelli tradizionali e sono molto più semplici da installare. Non hanno bisogno di cappa né di canna fumaria in muratura per portare all’esterno dell’abitazione i fumi combusti. Il loro principio di funzionamento è basato su una serie di resistenze elettriche che non creano alcun tipo di sporcizia né di inquinamento ambientale.

La struttura e il funzionamento dei caminetti elettrici ad acqua

I caminetti ad acqua sono poco ingombranti e possono essere posizionati ovunque si desideri. Possono essere agevolmente spostati da un ambiente all’altro all’occorrenza e alcuni sono dotati di ruote per agevolare l’operazione. La struttura portante può essere di piccole, medie o grandi dimensioni e viene realizzata abitualmente in metallo o in acciaio a seconda del modello scelto.

All’interno della struttura abitualmente minimal, viene inserito il simulatore della fiamma che rende l’idea della combustione in modo del tutto realistico. Dal punto di vista visivo infatti non c’è grande differenza fra un camino tradizionale e uno ad acqua.

Il funzionamento di un camino elettrico ad acqua non è meccanicamente complesso. Alla stregua di una semplice stufa elettrica, funziona mediante il surriscaldamento delle resistenze. La potenza massima di questi caminetti è di 2000 Watt e installandone uno in un ambiente non troppo grande, si riesce a scaldarlo in modo omogeneo. Il calore prodotto infatti viene distribuito da apposite ventole direzionate.

I camini ad acqua di ultima generazione possono essere accesi o spenti mediante app installata sul proprio smartphone o sul tablet. In questo modo si può decidere a distanza quando attivare il caminetto e tornare a casa avendo già gli ambienti ben riscaldati.

Caminetti ad acqua: ecco i vantaggi

I caminetti a vapore acqueo hanno conquistato in questi ultimi anni una fetta importante del mercato nazionale. Il loro funzionamento high tech a ultrasuoni abbinato a un serbatoio ad acqua, riescono a produrre una fiamma dall’aspetto realistico con tanto di effetti di brace e fumo simulato.

Osservando un caminetto ad acqua al buio, con le sue fiamme danzanti, molto difficile distinguerlo da un camino tradizionale. La nebulizzazione dell’acqua che in modelli sofisticati viene evidenziata da luci a led, creano un effetto particolarmente realistico con una grande profondità.

I camini elettrici sono facilissimi da installare e non hanno bisogno né di essere posizionati da manodopera esperta né di lavori complicati in muratura. Basta collegarli alla rete di alimentazione elettrica domestica e accenderli mediante l’apposito pulsante per iniziare a riscaldare l’ambiente attiguo.

amministratore